Protocollo d’intesa

Associazione Italiana Comuni Dei Parchi
Associazione Italiana Direttori Aree Protette

  • A seguito delle intese ed accordi;
  • Viste le finalità statutarie delle due Associazioni;
  • Vista la necessità di dare una concreta attuazione alle attività previste dei rispettivi statuti;
  • Viste le norme che regolano la materia;
  • Considerata la volontà espressa dai Presidenti delle Associazioni di avviare un processo di intensa collaborazione e intesa;

Oggi 4 ottobre 2003 in occasione del Seminario organizzato dall’AIDAP su “Amministrazione e contabilità nelle aree protette” a Marina di Camerota, provincia di Salerno;

Si conviene di avviare un processo di collaborazione esteso ai seguenti argomenti;

  • accompagnare e rafforzare l’azione dei soci, in particolare contribuire alla promozione e affermazione di un rinnovamento strutturale, culturale e gestionale della pubblica amministrazione nelle aree protette verso un’azione di governo orientata ai principi della sostenibilità ambientale, allo sviluppo del sistema nazionale e regionale dei parchi e delle riserve naturali e dei comuni aderenti all’Associazione italiana dei comuni dei parchi, attraverso:
  • la prestazione di assistenza tecnica, organizzativa e di mercato connessa al progresso e al rinnovamento degli enti nelle aree protette, nonché la ricerca tecnologica e il trasferimento delle innovazioni;
  • il costante collegamento con le istituzioni interessate promuovendo a tal fine accordi di programma con le amministrazioni pubbliche centrali, le regioni, gli enti locali, gli enti parco, i comuni aderenti all’associazione italiana dei comuni dei parchi ed altri soggetti pubblici e privati interessati;
  • la predisposizione, la progettazione, la sperimentazione e la diffusione di iniziative formative specificatamente indirizzate all’affermarsi dei principi della sostenibilità ambientale nell’azione pubblica di governo;
  • la predisposizione, la progettazione, la sperimentazione e la diffusione di servizi integrativi dell’azione formativa, ivi inclusi l’assistenza e l’affiancamento consulenziale alle amministrazioni e agli enti interessati;
  • lo sviluppo e l’assestamento di una rete coordinata di centri di formazioni specializzati sulle tematiche ambientali, amministrative e/o contabili collegati alle diverse realtà locali, privilegiando e contribuendo a consolidare le esperienze positive già in corso;
  • la predisposizione, la progettazione, la sperimentazione e la gestione di iniziative di sviluppo occupazionali, anche finalizzate alla gestione di servizi coerenti con l’oggetto sociale;
  • la predisposizione, la progettazione, la sperimentazione e la diffusione, anche con mezzi telematici, di innovazioni di supporto, ivi inclusa la formazione a distanza, per l’affermarsi dei principi di sostenibilità ambientale nell’azione pubblica di governo;
  • il contributo alla strutturazione di una rete europea sulla formazione a sostegno dei processi di governo pubblico dell’ambiente;
  • la redazione di manuali e linee guida;
  • la predisposizione, la progettazione, la sperimentazione e la diffusione di azioni di divulgazione e aggiornamento circa l’evoluzione normativa e metodologica, favorendo inoltre il dibattito sui principali temi di attualità;
  • la progettazione e realizzazione di attività e servizi formativi, studi e ricerche per i soci e per terzi;
  • la raccolta di casi di studio di interesse comunitario, nazionale, regionale e locale;
  • la realizzazione di un centro di documentazione aperto a operatori, studenti e residenti nelle aree protette, diffuso anche con mezzi telematici;

Le Associazioni potranno costituire nelle forme di legge organismi in grado di avvalersi di qualunque normativa di favore prevista da leggi nazionali, regionali o comunitarie al fine di sostenere finanziariamente economicamente i suoi scopi, e potranno partecipare, anche assumendo interessenze, a tutte le iniziative promosse da altri enti, pubblici o privati, regionali, nazionali od internazionali;

Camerota, 4 ottobre 2003

Il Presidente dell’Associazione
Italiana Direttori delle Aree Protette
Il Presidente dell’Associazione
Comuni dei Parchi


Presso la Riserva naturale regionale Nazzano Tevere
S.P. Tiberina km 28,100, località Meana, 00060 Nazzano RM
Telefono: 0765 332795 - Email info@aidap.it
C.F. 90021360566 - PEC: pec_aidap@pec.it
Copyright © 2011-2024 AIDAP - Tutti i diritti riservati